Rosaria Bonanno 

General Child Care

Nationality

🇮🇹

Languages

🇮🇹

Sono Rosaria, nata a Catania nel 1975. All’interno della Betzy’s School, sono affettuosamente chiamata “la mamma”, un soprannome che riflette il mio carattere amorevole, accogliente e comprensivo più che la mia età. La mia filosofia si è sempre incentrata sull’importanza di creare un ambiente accogliente e inclusivo in cui ogni bambino si senta valorizzato e supportato nel proprio percorso di crescita.

Sono appassionata nel liberare il potenziale di ogni bambino, il che rende la Betzy’s School il luogo ideale per promuovere non solo le capacità accademiche ma anche le competenze sociali, emotive e creative. Essere conosciuta come “la mamma” nella scuola non è solo un riconoscimento del mio temperamento amorevole, ma anche del mio continuo impegno nel garantire un ambiente sicuro e inclusivo per ogni studente. Credo fermamente nel potenziale illimitato di ogni bambino e sono impegnata a dedicare la mia vita professionale alla loro cura e educazione, sperando di influenzare positivamente il loro benessere e successo futuro.

Possiedo un diploma professionale in Assistenza Socio-Sanitaria e ho acquisito una vasta esperienza conducendo sessioni sia individuali che di gruppo all’interno di un contesto educativo elementare, il che riflette la mia profonda dedizione allo sviluppo infantile. Inoltre, il mio ruolo come babysitter mi ha permesso di perfezionare le mie capacità nell’offrire assistenza personalizzata ai bambini. All’inizio della mia carriera, ho lavorato come cassiera in un supermercato, dove ho sviluppato solide competenze interpersonali e un approccio orientato al cliente, che ho con successo trasferito nell’ambito educativo. La mia lingua madre è l’italiano e attualmente sto affrontando la sfida di imparare l’inglese di base.

Alla Betzy’s School, il mio obiettivo è creare un ambiente premuroso che supporti ogni aspetto dello sviluppo del bambino. Ogni giorno mi impegno a vivere fino al soprannome affettuoso “la mamma”, assicurando che ogni bambino si senta valorizzato e che il suo potenziale sia pienamente nutrito nella nostra scuola.